Chi si occupa di marketing deve essere in grado di creare delle vere e proprie esperienze digitali che mettono il cliente (o il prospect) al centro di ogni interazione, attraverso occasioni di comunicazione ad hoc e contenuti personalizzati. Esistono alcuni elementi chiave del digital marketing funnel. Eccoli.

Esposizione

Tutte le versioni del marketing funnel hanno come imbocco dell’imbuto (la parte più ampia) la fase della creazione della cosiddetta “awareness” ovvero la conoscenza, il coinvolgimento sul brand. Nel marketing tradizionale questo avviene principalmente attraverso la pubblicità. In quello digitale, invece, è possibile (anzi, auspicabile) il coinvolgimento diretto dell’utente nel passaparola online. L’idea è di spronare chi visita il sito a condividere i contenuti, aggiungendovi quindi una legittimazione e un’autorevolezza che il messaggio pubblicitario non ha. Lo stesso dicasi per il ranking sui motori di ricerca. Ecco perché la strategia di esposizione dovrà passare attraverso un mix di attività SEO (Search Engine Optimization), utile a far sì che i nostri contenuti possano essere trovati nell’ambito delle ricerche con le parole chiavi più comuni; content marketing, per creare dei contenuti che il visitatore sia disposto a condividere, e community. Quest’ultima, in particolare, contribuirà a dare un impulso notevole alla “viralizzazione” dei messaggi e dei contenuti in rete, attraverso azioni gratuite ma molto efficaci come i commentanti, le condivisioni, i tag o i post. Se, poi, tutto questo è condito con dei banner, ecco creato l’imbocco del nostro funnel.

Scoperta

Una volta che il prospect ha raggiunto la nostra home page istituzionale, l’obiettivo delle azioni di marketing diventa la ”retention”, ovvero la capacità di saper trattenere il più possibile il visitatore sul nostro sito, invogliandolo a tornare a farci visita. I “suggeriti” sono un buon modo per raggiungere lo scopo. Si tratta dell’indicazione di prodotti, beni o servizi acquistati da chi ha gusti simili ai nostri. Sarà possibile attivare questa funzionalità acquistando un software di native advertising come Outbrain o Taboola.

Considerazione

Gran parte dei consumatori online matura la propria decisione di acquisto prima di visitare il punto vendita (on e offline). Ecco perché è fondamentale cercare di chiarire ogni loro richiesta o dubbio sul sito aziendale.

 

 

Conversione

Il digital marketing funnel si dovrebbe concludere con un acquisto. Ecco perché è fondamentale che lungo il viaggio ai prospect vengano richieste solo le informazioni strettamente necessarie per chiudere la vendita. Il resto può aspettare…

Customer relationship

Una relazione duratura con il proprio cliente si potrà ottenere solo se riusciremo a generare valore lungo tutto il funnel. Ovviamente questo vuol dire anche trovare il giusto equilibrio tra il fornire valore e, invece, diventare fastidiosi per il cliente con i nostri messaggi e le nostre proposte.

Retention

Essere in grado di fidelizzare un cliente è fondamentale, soprattutto perché rimpiazzare un acquirente che esce dal funnel è 5 volte più costoso che non acquisirne uno nuovo. Ecco perché non si può esagerare con e-mail e newsletter ma bisogna trovare il giusto compromesso tra le esigenze di marketing e la sensibilità/disponibilità individuale a ricevere messaggi pubblicitari.

 

CHECK DIGITALE GRATIS, INIZIA ORA

Ricevi le migliori strategie per il tuo business locale

You have Successfully Subscribed!

Shares
Share This